L'Istituto di Formazione S. Anna ha origini molto antiche; il complesso viene infatti fondato nel XIV secolo come monastero femminile dell'ordine di S. Chiara. Nel 1430 l'edificio, ormai vuoto, viene restaurato e chiamato “S. Maria dei Fossi”; nel 1448 le monache cedono il complesso ai Canonici Regolari di S. Salvatore di Venezia.


Nel 1789 il Vescovo di Perugia Alessandro Maria Odoardi acquista il fabbricato, ne completa la ristrutturazione in stile neoclassico e vi colloca un asilo per ragazzi poveri, l' “Orfanatrofio della Divina Misericordia”.

Archivio Lemmi - Perugia



Il complesso si trasforma poi, nell'Ottocento, in orfanotrofio femminile e, nella seconda metà dello stesso secolo, in collegio per fanciulle nobili, assumendo il nome di “Educatorio femminile S. Anna” (v. regolamento e alcune foto in un opuscolo del 1936).

 

Archivio Lemmi - Perugia


Dall'inizio del Novecento accoglie le ragazze orfane dell'ONAOSI fino alla situazione attuale, in cui ospita le Scuole Medie “S. Paolo” e “Bernardino di Betto”.
Nel frattempo l'Istituto, in seguito al D.M. 10/06/1999, viene trasformato in Fondazione, assumendo personalità giuridica di carattere privato, con la denominazione di “Istituto di Formazione Culturale S. Anna di Perugia”.

 

Archivio Lemmi - Perugia
 
Con decreto del Direttore Regionale del Ministero per i Beni e le Attività culturali, del 29 dicembre 2011, il Complesso Monumentale S.Anna è stato dichiarato bene architettonico “di interesse culturale”.